Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Automobile Club Viterbo esce dal commissariamento e ritrova continuità con Zucchi e Rocchi

Viterbo
Font

VITERBO - Rinnovati i vertici dell’Automobile Club Viterbo per il quadriennio 2018/2022 nel segno della continuità: è quanto precisa la nota di Lino Rocchi, direttore dell’Automobile Club Viterbo. Il dottor Sandro Zucchi, storico Presidente dell’Automobile Club Viterbo è stato eletto nuovamente presidente per il quadriennio 2018/2022, al suo fianco è stato eletto vice presidente Pietro Ranaldi.
Completano il Consiglio direttivo lo storico Consigliere Angelo Bologna, Carlo De Simone e Marlenny Vargas.

Pin It

Le prime parole del Presidente Zucchi sono state di apprezzamento per il lavoro svolto dal Direttore Rocchi, che ha gestito in maniera professionale e appassionata l’Ente in questi quasi due anni di Commissariamento e chiaramente di ringraziamento per il Commissario straordinario, Avv. Innocenzo De Sanctis, che in soli 3 mesi e mezzo dal suo insediamento è riuscito a completare le procedure per la ricostituzione degli organi ordinari di amministrazione.

Il Presidente ha poi accennato ai prossimi impegni dell’Ente, primo fra tutti il completamento del Progetto Pago Pa che vede l’AC di Viterbo come Provincia sperimentale a livello nazionale, dal 31 luglio scorso, e il rafforzamento della presenza dell’AC Viterbo nell’ambito degli sport motoristici, confermando le manifestazioni storiche e auspicando uno sviluppo delle stesse.

Il vice presidente Pietro Ranaldi