Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Stay in Tuscia incontra l'assessore Mancini e chiede maggiore attenzione al turismo

Viterbo
Font

VITERBO - Si è svolto questa mattina, 15 gennaio, un incontro informale tra l’assessore allo sviluppo economico del Comune di Viterbo, Alessia Mancini, e il presidente della associazione Stay inTuscia, Paolo Fizzotti. Presenti anche la vice presidente, Sabrina Mechella e Caterina Cereti, componente dell’associazione.

Pin It

Il tema dell’incontro è stato uno scambio di idee su un tema tornato alla ribalta in questi ultimi giorni dopo l’aumento della tassa di soggiorno: proposte per sviluppare un fertile terreno per attrarre un maggior numero di turisti a Viterbo e nella Tuscia.

Nel dettaglio sono state fatte presenti alcune richieste derivate direttamente dai turisti che Stay in Tuscia ha raccolto in appositi questionari: un maggiore decoro urbano, implementazione della pulizia, segnaletica turistica, più bagni pubblici, per citarne alcuni. Fizzotti ha anche sottolineato l’importanza di mettere ulteriori telecamere nel centro storico per una maggiore sicurezza.

Nel corso della mattinata sono stati proposti al’assessore Mancini anche dei suggerimenti come l’aggiornamento del sito Visit Viterbo, soprattutto per la versione inglese, una maggiore presenza sui social, sostituzione dei vecchi cartelli con altri nuovi (anche in inglese) un ufficio del turismo nel centro storico, promozione di tutti gli eventi culturali che si svolgono nel corso dell’anno, cartelli turistici sulla superstrada Terni - Orte - Civitavecchia, maggiori indicazioni turistiche nella città (sia frecce che spiegazioni dei siti utilizzando QRcode), una linea di trasporto pubblico dalle due stazioni ferroviarie per gli stabilimenti termali che sia funzionante durante l’intera settimana.

“Abbiamo molto apprezzato la disponibilità dell’assessore ad incontrarci e ad ascoltare con attenzione le nostre proposte - ha commentato Fizzotti - dando prova concreta di una pubblica amministrazione che coinvolge le associazioni per discutere le tematiche del turismo prima di prendere delle decisioni. Abbiamo anche condiviso le azioni che l’assessore ha intenzione di attuare, in particolare uno spazio nel centro storico dedicato alle aziende artigiane e di agro alimentare, la creazione di un ticket unico di ingresso ai musei, l’implementazione dei trasporti. Siamo sempre disponibili con tutti coloro che vorranno condividere anche con noi il desiderio di promuovere tutte quelle azioni volte a promuovere la città allargando la visione a un pubblico più ampio”.