Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Senatrice Bernini: "Tajani è un influencer e con Berlusconi andrà in Europa. Salvini e Meloni no"

Viterbo
Font

VITERBO - E' la presidente dei senatori di Forza Italia, Anna Maria Bernini, la prescelta per promuovere la candidatura europea di Antonio Tajani. La senatrice è stata l'ospite d'onore della cena e, prima di raggiungere Monte Paradiso, ha incontrato la stampa al Gran Caffé Schenardi, passando poi da Palazzo dei Priori invitata dal sindaco Arena, per visitare le sale e ricevere un omaggio floreale dedicato a Santa Rosa.

Pin It

E' proprio Arena a presentarla: "Onorati della sua presenza, una delle forze motrici di Forza Italia, ora in grande recupero, una situazione politica che ci premia, rispetto a chi tenta di governare, pur incompatibili l'un l'altro", precisa, alludendo all'alleanza giallo-verde, supportato dal senatore Battistoni, che ringrazia la collega per aver accettato l'invito: "In Senato è la mia grande guida, come qui, dove siamo alla stretta finale per la lista e il nostro presidente Tajani". Marini la ricorda giovane deputata, con un piglio e una grinta incredibile: "La nostra città è accogliente e con persone come lei non può far altro che volerle bene".

La senatrice Bernini avvia il discorso puntando subito il dito su Roma, descrivendola come: "Una città diventata discarica che ci fa fare brutta figura, ammininistrata da incapaci. Viterbo è bellissima, la conobbi con Giulio sindaco, ammirando anche la Macchina di Santa Rosa, purtroppo è molto male infrastrutturata, mi sono persa per arrivare e troppo spesso i turisti la circumnavigano. Servono cantieri in tutta Italia, quello che il Paese merita - ha sottolineato parlando della politica nazionale -. Questo governo dalle promesse è passato al blocco, noi dall'opposizione facciamo proposte concrete, utili e realizzabili; i cinquestelle con gli ambigui amici della Lega si limitano a slogan da ululare alla luna per prendere voti. La campanella è suonata, un anno di governo basta a dire che la ricreazione è finita, e il Paese è in recessione per la loro 'non' politica economica, siamo in piedi solo grazie all'imprenditoria. E' ora di trovare chi risolve problemi: Tajani ha un ruolo di autorevolezza incredibile che posso testimoniare in prima persona. Fu lui ad accogliermi a Bruxelles da neo ministro, costretta ad affrontare il rischio di infrazioni per l'emergenza rifiuti a Napoli creata da De Magistris e il dislivello di tassazione tra aziende e cooperative. Lo posso dire, è davvero un influencer, altro che quelli che girano online, e parla 4 lingue, dato fondamentale per approcciare con tutti senza tramite. L'Europa è una straordinaria opportunità - ha concluso la senatrice Bernini - ma servono le persone giuste. Onestà e trasparenza sono importanti, e dovrebbero essere la regola, mentre è fondamentale la competenza, per evitare che si cada in errore. L'Europa va cambiata dove non funziona, ma con persone capaci. Berlusconi e Tajani in Europa ci vanno, Salvini e Meloni no, sono in lista solo per portare voti".

La presidente Bernini è stata accompagnata dal sindaco Arena a Palazzo dei Priori, dove all'interno della Sala Rossa ha ricevuto un poster su Santa Rosa e dei fiori, visitando poi la Sala d'Ercole, dove si svolge il consiglio, e la Sala Regia, dove ha ammirato gli affreschi.

L'ultimo appuntamento è stata la cena al ristorante Monte Paradiso, con centinaia di militanti di Forza Italia, sindaci e candidati e una rappresentanza dell'Udc che ha i propri candidati in lista alle Europee con il partito di Berlusconi.

Teresa Pierini