Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Unione per Le Cure, i Diritti e le Libertà: "Insostenibili e gravi limitazioni per i residenti delle isole minori"

Viterbo
Font

VITERBO - L’Unione per Le Cure, i Diritti e le Libertà, associazione di cittadini presieduta dall’avvocato Erich Grimaldi, ha presentato una diffida e un esposto, contro il decreto legge che vieta gli spostamenti senza super Green Pass per chi risiede nelle isole.

Pin It

“Il testo prevede insostenibili e gravi limitazioni di garanzie fondamentali dell’individuo - ha dichiarato Grimaldi - come il diritto al lavoro, allo studio e soprattutto alla salute, come per esempio quello di malati oncologici che necessitano di trattamenti salvavita o inderogabili per il buon esito di cure necessarie a debellare malattie gravi”.

Come è noto, ha aggiunto l’avvocato, “nelle isole minori, in cui abitano oltre 200.000 persone, non vi sono i servizi essenziali di tipo sanitario, scolastico, universitario e giudiziario, ne consegue che impedire l’accesso ai mezzi di trasporto significa negare a chi si trova in quei territori diritti fondamentali ed inviolabili, incluso quello stesso diritto alla salute che il provvedimento si prefigge di tutelare e che rappresenterebbe il fondamento giuridico di tali misure".

Non solo isole minori - ndr - ma anche le due isole maggiori dove resta impossibile per i lavoratori entrare, se provenienti ad esempio in auto dalla terra ferma, come sta accadendo ad un lavoratore siciliano fermo a Villa San Giovanni da giorni, e per uscire e raggiungere il continente.