Sgarbi, il Kamasutri e i matrimoni gay: il consueto ciclone del critico travolge la bassa Tuscia

Provincia
Font

SUTRI - Ha creato scompiglio, rimescolato le carte, mandando nel panico candidati sindaco in pectore: è il ciclone Vittorio Sgarbi che, lanciando quasi per gioco la canditatura a primo cittadino dell'antichissima cittadina, alla fine ha fatto sul serio, presentando ufficialmente, alla stampa e a mezzo paese la sua lista Rinascimento, con l'adesione di tutto il centro destra (Forza Italia più timida) e il Pd. Praticamente la maggioranza assoluta della politica locale.

Pin It

Di una cosa si può esser certi: non si candiderà mai a Ronciglione, finita spesso nelle mire, in negativo rispetto a Sutri, ovvio, del critico, a partire dall'ospedale, passando per la bellezza artistica per finire ai matrimoni da celebrare: "Io sarò presente ad ogni matrimonio omosessuale, quelli etero li facessero a Ronciglione", precisa scherzando.

Sgarbi arriva in ritardo, colpa del traffico romano, e si mostra stupito dalla presenza: "Ho pensato a questo incontro con una decina di giornalisti, ero tranquillo, potevo arrivare tardi e invece vi trovo in tanti. Come sempre è difficilissimo uscire dal traffico di Roma.. poi però qui si è diradata pure la pioggia - inizia scherzando -. Li tutto è difficile, con Salvini tentano di fare un governo, insieme ad un tipo con la barba che pare sia presidente della Camera e pare non paghi le colf. Loro continueranno a trattare e noi prima faremo il governo di Sutri.

Non cerco gloria: sono stato già sindaco due volte e qui ho solo un oppositore e sarà anche il suo sindaco - prosegue, affrontando il tema dell'omosessualità su cui è stato sfidato pubblicamente dal candidato concorrente -: sessualmente non ho limiti, sono trisessuale, spero di convertire anche l'antagonista perché trovo strano che faccia la campagna sull"omosessualita. Lancio un nuovo slogan: 'kamasutri', e metto nel programma la quatrinità, la Trinità con in più il demonio. Basta con questi argomenti: fate caso alle parole, quello che ci distingue dagli animali è la parola persona, che è sostantivo femminile, non c'è altro da dire".

Per contrastare il suo stile poco paziente cita le esperienze passate: "A San Severino Marche in un anno e mezzo ho trasformato la città da agricola a turistica, i cittadini, quando gli chiedi chi è il sindaco che ricordano dicono ancora Vittorio Sgarbi. È necessario fare della politica bellezza e poi la bellezza della politica. Anche Salemi era sulla buona strada... ma non hanno capito che la mafia si combatte con la bellezza. Qui voglio essere il ricostituente della città, stanno venendo molti amici e la trovano bellissima, è piccola e sarà bello essere sindaco e deputato".

E' caldo, la sala è piena di persone e Francesco Casini, zio di Felice, si sente male, ha un mancamento. Non ci sono medici tra i candidati, cosa strana vista l'esperienza viterbese, e nemmeno in sala. In attesa dell'ambulanza si avvicina Sgarbi, lo tranquillizza, lo fa alzare e lo accompagna fuori, a respirare sereno. Rientra: "Avrò fatto il miracolo - ci scherza su mentre si arrabbia per la parte del programma corretta a sua insaputa, che porta il presidio sanitario a Ronciglione -. Voglio subito guardia medica, primo soccorso e ambulanza a Sutri, è più importante di Ronciglione. E voglio pure il programma ristampato".

Torna sulle polemiche relative alla sua candidatura, da più parti, senatore Gasparri compreso, è stato detto che veniva a disturbare la gente di Sutri: "Il nostro compito è dare a ciascuno la garanzia di non essere secondo. Non serve un sutrino per vedere che la città è sporca, e qui farò felici gli oppositori, confermo che voglio pure io il decoro. Poi però parliamo del Mitreo, perché la gente non viene a visitare la differenziata. Parliamo di bellezza, e ordinerò che sparisca la plastica, quella dei vasi dei fiori, devono essere di terracotta. Palazzo del vescovo è bellissimo, può diventare un luogo per mostre: con Roberto Ferri avrà la sua accademia di belle arti, che porterà tanti giovani disposti ad imparare la bellezza.

Odio fare i programmi ma questo è fantastico: Il Paradiso di Sutri, Capitale della Tuscia. Ovvio che il vero programma saranno gli uomini. È nella coscienza degli uomini che è il futuro, non certo nelle riforme. Sarò amministratore carente sul piano tecnico e perfetto fuori. Qui ci saranno persone ad aiutarmi, si è parlato di tanti vice, Martina Salza, Guido Cianti e Felice Casini e poi Farinetti, vedremo".

Parlano gli esponenti degli altri partiti, da Fusco (Lega), che considera Sutri un laboratorio politico, a cui è data un'occasione per arrivare in alto; Caccia (Fratelli d'italia), anche lui all'inizio perplesso verso un "non sutrino", si è poi arreso di fronte alla crescita di visitatori dell'anfiteatro solo dopo il semplice annuncio della candidatura.

Felice Casini racconta come si è giunti a questa squadra: "Sapete il nostro percorso, che sosteniamo con forza. Stavamo lavorando sulla mia candidatura e arrivò il lancio di Sgarbi sindaco. 'Ma me stà a cojonà?' Era vero, dopo due giorni ci siamo visti e conoscendolo ho capito che si stava materializzando un'occasione più unica che rara per Sutri. Andava fatto in passo di lato. Oggi che i Comuni sono soli dobbiamo dare al territorio la forza che può attirare artisti e imprenditori in grado di dare a Sutri il posto che merita. Facciamo la storia".

Interviene Guido Cianti, sindaco uscente annunciato da Sgarbi come "il mio San Giovanni battista": "Dopo 20 anni di amministrazione sarò lieto di consegnare a lui la fascia". 

In chiusura chiediamo al candidato come riuscirà a conciliare la promozione con la sua immagine, che non mancherà, con la difficoltà amministrativa, che riscontrano i sindaci ogni giorno: "Sono molte le cose da fare, da sempre sono antagonista al concetto europeo della 'Capitale della cultura' ma Sutri ha la possibilità di esserlo davvero, come per il Patrimonio dell'Umanità Unesco, che trovo inutile ma sarebbe ottima pubblicità. Per governare è necessario che Stato e Regione abbiano la giusta attenzione per Sutri e le sue bellezze, che ricordo sono statali. Faccio solo un esempio: a Cefalù arrivano 600 mila turisti all'anno e solo 20 mila visitano il museo. Basta dare il biglietto del museo in cambio della tassa sul turismo, i visitatori crescono esponenziamente e la cifra va alla cultura. Troveremo insieme al vicesindaco il modo migliore per prendere fondi, un risparmio verrà dal mio stipendio, che non posso prendere in quanto parlamentare. Questo posto è magico e deve crescere".

Al termine del comizio fiume Sgarbi ha annunciato i candidati consiglieri e i presenti si sono presentati, spiegando la loro scelta. La squadra di Rinascimento per Sutri è composta da Giulia Cacchiarelli, Antonio Oriente, Stefano Proietti, Ilaria Conti, Alessio Vittori, Nunzia Casini, Ferdinando Maggini, Roberto Zocchi, Carla Di Seri, Mario Venturini, Matteo Amori, Claudia Mercuri.

Prima di tornare a Roma, il tempo di una visita in una cantina del centro storico, con tanto di gustosa porchettata, seguita da pasticcini, a cui Sgarbi non si è sottratto.

Teresa Pierini

Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito alla newsletter per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Comune di Bagnoregio (VT)
Viterbo Italy Nuvoloso, 18 °C
Current Conditions
Alba: 5:42 am   |   Tramonto: 8:35 pm
74%     17.7 km/h     32.882 bar
Forecast
MER Min: 12 °C Max: 19 °C
GIO Min: 12 °C Max: 22 °C
VEN Min: 12 °C Max: 26 °C
SAB Min: 14 °C Max: 26 °C
DOM Min: 14 °C Max: 26 °C
LUN Min: 13 °C Max: 26 °C
MAR Min: 14 °C Max: 27 °C
MER Min: 16 °C Max: 27 °C
GIO Min: 16 °C Max: 26 °C
VEN Min: 14 °C Max: 25 °C