Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

"L'economia del mare sulla via degli etruschi": Spostato al 9 aprile il convegno con il viceministro Rixi a Tarquinia

Provincia
Font

TARQUINIA - "L'economia del mare sulla via degli etruschi", sarà questo il tema del convegno e dell'incontro pubblico che doveva tenersi questo pomeriggio, ma per motivi istituzionali è stato spostato a martedì 9 aprile, sempre alle 18, presso la sala del Consiglio comunale di Tarquinia.

Pin It

All’incontro parteciperanno il vice ministro dei Trasporti, onorevole Edoardo Rixi, il candidato Sindaco per Tarquinia Alessandro Giulivi; Il Vice Coordinatore regionale della Lega, Senatore Umberto Fusco, il Capo Ufficio delle Politiche Comunitarie Pesca Marittima del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali Lorenzo Savarese; il Segretario Nazionale della Federazione Autonoma Bancari Italiani Lando Maria Sileoni, il Presidente dell’Istituto per lo Sviluppo rurale e l’Agriturismo Mario Pusceddu, il Direttore di Federbalneari Italia e amministratore dei tour Operator del Crocierismo Internazionale Italian Destination Interface, Marco Maurelli.

Tutela delle risorse ittiche, sviluppo della pesca sostenibile, incremento della produzione di acquacoltura in zone di riserva come le Saline. Sviluppo di un mercato del fresco a chilometri zero per le navi da crociera presenti nel porto di Civitavecchia, punto nevralgico della logistica del centro Italia.

Archeologia, arte, natura e patrimonio enogastronomico, tra le opportunità per i milioni di crocieristi che annualmente sbarcano sul territorio. Il sistema mare e il suo dispiegamento nei principali settori dell'economia con 33mila aziende, solo nel Lazio, agganciate ad esso.

Il fondamentale ripristino della storica linea ferroviaria Civitavecchia-Capranica-Orte da utilizzare al solo scopo turistico, che vedrà le antiche stazioni trasformate in ostelli da cui partiranno itinerari di ippovie e ciclovie alla scoperta del Mignone e delle bellezze naturali e paesaggistiche che lo circondano.

L'Etruria attraverso la blue economy, una sfida possibile da affrontare in sinergia con Civitavecchia, Viterbo e Terni per dare nuovo slancio e nuove prospettive alle tante risorse presenti.