Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Civita Castellana città cardioprotetta: Rotary Club e Croce Rossa donano tre defibrillatori

Provincia
Font

CIVITA CASTELLANA – Ogni anno in Italia circa 80mila persone sono vittime di un arresto cardiaco, e l’80% di questi casi si verifica in luoghi pubblici.

Pin It

L’arresto cardiaco può non essere letale solo se entro i primi minuti al soggetto colpito viene praticata la rianimazione cardiopolmonare attraverso un defibrillatore.

E’ per questo motivo che, grazie alle donazioni del Rotary Club Flaminia Romana Distretto 2080 e della CRI, all’interno del progetto “Civita Castellana città cardioprotetta”, tre defibrillatori completi di kit per cardio rianimazione sono stati installati in piazza Matteotti, in via Giovanni XXII e nel piazzale antistante la chiesa di Sassacci San Luigi Gonzaga.

Il progetto, avviato da circa due anni e presentato ieri pomeriggio, porterà all’installazione di defibrillatori anche in altri punti strategici del territorio comunale.  .

Alla cerimonia di presentazione hanno preso parte il sindaco Luca Giampieri, il vicesindaco Matteo Massaini, l’assessore alle Politiche sociali Carlo Angeletti e il presidente del consiglio comunale Claudio Parroccini.

Gli amministratori comunali hanno ringraziato il Rotary Club e la Croce Rossa perché grazie alle loro donazioni Civita Castellana diventerà un comune cardioprotetto. Presenti all’iniziativa anche il presidente del Rotary Club Flaminia Romana, Roberto Zavagnini e il presidente della Croce Rossa Italiana locale, Stefano Di Giovenale, oltre a diversi rappresentanti delle due associazioni.

L’evento si è svolto nel totale rispetto delle norme anti-Covid.