Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Vestimenta Historiae: un corso sui costumi storici per un corteo filologico

Provincia
Font

SORIANO NEL CIMINO - È a buon punto lo svolgimento della prima edizione dei workshop di costumistica storica "Vestimenta Historiae". L'iniziativa, promossa dall’Ente Sagra delle Castagne, in collaborazione con la Pro Loco e con il patrocinio del Comune di Soriano nel Cimino, ha raccolto l’adesione e il consenso entusiasta dei numerosi partecipanti selezionati con apposito bando.

Pin It

Con dieci partecipanti ammessi e una media di due uditori per ciascun modulo, i corsi si stanno svolgendo nel rispetto delle tempistiche e degli esiti previsti.

Durante i primi tre moduli sono stati prodotti indumenti delle epoche care ai rioni e alle contrade sorianesi protagonisti della Sagra delle Castagne. Nel primo modulo (prima metà del XIV secolo) è stata confezionata una veste femminile della prima metà del Trecento che riproduce la tipologia di "gonnella" o "tunica" aristocratica italiana di carattere sponsale in un tessuto che si ispira ai tessili operati a piccoli motivi geometrici cosiddetti "de opera minuta", ornata da ricami interamente artigianali (figura). Il secondo modulo (fine XIV-inizio XV secolo) ha visto la realizzazione di una sopravveste maschile di carattere giovanile in panno rosato "frappata", ossia ornata con decori di matrice gotica bordati a mano.

In corso di svolgimento, il terzo modulo ha omaggiato ancora la moda maschile, ma quella di fine della fine del Quattrocento, con una sopravveste aristocratica di matrice spagnola chiamata mongino o mongile, ricreata nella versione estiva con fodera di zendado marezzato e tessuto esterno cangiante. Il quarto e ultimo modulo, incentrato sull'età del Madruzzo (1560-1570), vedrà la realizzazione di una veste (sottana) femminile aristocratica riccamente ornata in damasco rosa.

Come spiegano le due docenti Elisabetta Gnignera (storica del costume) e Jeana Fotu (modellista e confezionista professionale), "il buon esito dei corsi è stato possibile grazie alla messa a punto di un metodo di lavoro peculiare che mettesse d’accordo il rigore della sartoria storica con le tempistiche di esecuzione molto serrate dei corsi". La prima edizione di "Vestimenta Historiae" si concluderà con una cerimonia istituzionale, durante la quale saranno consegnati ai partecipanti i diplomi di frequenza e a cui seguirà un evento, ancora da svelare, ideato per valorizzare al meglio i manufatti realizzati.

"Visti i risultati - commenta Antonio Tempesta, presidente dell'Ente Sagra delle Castagne e dell'Associazione Rievocazioni Storiche del Lazio - possiamo ritenere già da ora senz'altro riuscita la sinergia didattica ma anche sociale realizzata in questa prima edizione dei workshop di costumistica storica. Ci auspichiamo ne segua presto una seconda, così da dare concretamente avvio al sogno di creare a Soriano nel Cimino una vera e propria struttura permanente per la formazione delle maestranze nel campo della rievocazione storica che funga da modello per tutto l’alto Lazio e oltre".