Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Coronavirus: la Regione Lazio pubblica sul Burl la determina con l'elenco dei laboratori autorizzati ai test sierologici

In Citta'
Font

ROMA - È stata pubblicata sul Burl la determina della Direzione regionale salute con l'elenco dei laboratori autorizzati e in grado di effettuare test sierologici Clia ed Elisa validati dall'istituto Spallanzani, su prelievo di sangue venoso, per la ricerca di chi è venuto a contatto con il virus Sars-CoV 2.

Pin It

La determina contiene tre documenti. Nel primo ci sono l'elenco dei laboratori di analisi suddivisi per Asl. Il secondo riguarda il consenso informato per l'utilizzo dei dati ai fini di sanità pubblica preliminare all'esecuzione del test sierologico. Nel terzo sono indicate le sedi "drive-in" delle Asl, per l'esecuzione dei tamponi a carico del Servizio sanitario regionale, solo per chi ha avuto un test positivo di sieroprevalenza (previa ricetta dematerializzata del medico di medicina generale che deve contenere il codice di esenzione).

"La determina è molto importante, perché garantisce informazioni chiare ai cittadini – afferma il consigliere regionale del Pd Enrico Panunzi -. Il documento indica infatti un percorso sicuro e supervisionato dalla sanità pubblica regionale, attraverso le Asl, che hanno il compito di effettuare il tampone, in caso di positività dell'utente al test.

La determina s'inserisce nell'ambito più ampio dell'indagine di sieroprevalenza promossa dalla Regione Lazio e partita l'11 maggio. La più grande a livello italiano, che prevede 300mila test sierologici su operatori sanitari, tra cui medici di medicina generale, pediatri e farmacisti, forze dell'ordine, personale e ospiti delle Rsa. Questo permetterà di raccogliere e archiviare, con il consenso informato dei soggetti, i dati per valutare la circolazione dell'epidemia sul territorio. L'indagine è condotta dalle strutture del Servizio sanitario regionale, con il coordinamento e il monitoraggio dell'istituto Spallanzani e il sostegno del Seresmi (Servizio regionale sorveglianza malattie infettive)".

Questo è quanto pubblicato sull'allegato, riguardante la Tuscia:

Pubblico Presidio Ospedaliero Ospedale Belcolle CLIA e ELISA
Privato Casa di cura accreditata CdC Salus srl (Viterbo) CLIA
Laboratorio analisi accreditato Centro Diagnostico Diana srl (Vetralla, VT) CLIA e ELISA
Gruppo Ippocrate srl CLIA
Laboratorio Analisi San Faustino srl (Viterbo) CLIA
Poliambulatorio Medico Specialistico dott. Rodolfo Manzi CLIA e ELISA
Laboratorio analisi autorizzato Centro Analisi Falisco snc (Fabrica di Roma, VT) ELISA
Centro Polispecialistico Giovanni Paolo II srl (Viterbo) ELISA
Laboratorio Analisi Eurolab s.n.c ELISA
Montalto Check-Up srl (Montalto di Castro, VT) CLIA

Per visionare il documento (datato 13 maggio 2020) basta cliccare qui.