Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Viterbo "sede pontificia" all'Eredità: un gancio che ricorda il 750° anniversario del "conclave"

In Citta'
Font

VITERBO - La città dei papi con la sua storia legata proprio ai pontefici torna, per un frangente, su Rai Uno. Stasera, nel torneo benefico dei campioni dell'Eredità, condotto da Flavio Insinna, una delle domande ha acceso una luce, verde perché esatta, su Viterbo.

Pin It

"E' stata sede pontificia", questa la domanda, con la concorrente che ha trovato la risposta con un pizzico di fatica, ma in tempo, dopo aver tentato ovviamente il Vaticano, complice la V iniziale.

Viterbo città pontificia arriva in Tv, ad un mese dall'importantissima data del 750° anniversario dal primo storico "conclave", che prese il nome da "cum clave" in quanto i cardinali furono chiusi dentro il palazzo papale viterbese, a cui fu scoperchiato il tetto, per accelerare la scelta dal pontefice, diventata biblica nei tempi.

Da quel gesto di rabbia sono passati 7 secoli e mezzo e tutto il mondo conosce cosa accade durante il Conclave, ma non la sua origine. Un tesoro custodito a Viterbo che dovrebbe diventare un luogo fondamentale da visitare per ogni forma di turismo, a partire da quello religioso.

T. P.