Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Artigiani e laboratori Cna della Tuscia accolti nel portale "La città della ceramica"

In Citta'
Font

VITERBO - Cna Viterbo e Civitavecchia, con il supporto della Camera di Commercio di Rieti e Viterbo, ha lanciato il portale dedicato alla ceramica, creando intorno al settore un indotto turistico che lo offra quale esperienza e strumento di promozione.

Pin It

Un progetto nato intorno alla Tuscia ma disponibile per altri territori, grazie al link generico "cittadellaceramica", magari gli stessi coinvolti nell'omonima Aicc, associazione italiana città della ceramica, in cui sono coinvolti Civita Castellana, Viterbo, Acquapendente e Tarquinia.

"Presentiamo il primo obiettivo dando valore al settore ceramico - ha spiegato Luigia Melaragni - strumento di valore per il turismo, coinvolgendo i 4 comuni che saranno messi in rete. Un'offerta strutturata che deve invogliare i turisti a visitarla".

Un progetto supportato dalla Camera di Commercio di Rieti e Viterbo attraverso l'ente di Roma, come precisato da Francesco Monzillo: "Siamo riusciti a fare giungere risorse, essendo scarse non potevano arrivare direttamente alle aziende e quindi procediamo attraverso i nostri stakeholder. Turismo, sostenibilità ambientale, internazionalizzazione e start up sono i quattro campi su cui vanno presentati progetti a cui prestiamo attenzione. La ceramica è sempre stata un filo conduttore del territorio, non molto utilizzato, anche se rappresenta la nostra cultura ed identità. Importante che il progetto sia tradotto anche in inglese ed includa esperienze e conoscenza del territorio".

Il progetto è stato seguito da Danila Corbucci, che lo ha raccontato: "La ceramica unisce le quattro città ed offriremo un percorso unico chiamato 'Le strade della ceramica della Tuscia'. In questo modo trasformiamo il settore in un'opportunità di sviluppo, con le botteghe evocative di creatività, patrimonio culturale e produttivo davvero unico, frutto di un lavoro collettivo, partito dai Comuni e poi esteso alle realtà artigiane e turistiche, con le guide e il coinvolgimento di PromoTuscia. Presentiamo il portale cittadellaceramica.it, responsive, con stile chiaro e classico, per essere di facile consultazione con colori che richiamano la terra, materia prima del settore, all'interno sono già presenti 500 immagini. Il sito è a disposizione di istituzioni e realtà per successivi inserimenti".

Per i Comuni sono intervenuti Chiara Frontini (sindaco Viterbo): "L'identità culturale dei nostri Comuni all'interno dell'Aicc ci unisce, ringrazio la Cna per le iniziative di promozione e supporto. Uno strumento in più di cui il territorio deve andare fiero per le proposte turistiche che offre"; Luca Giampieri (sindaco Civita Castellana): "Accogliamo favorevolmente questo progetto che mette in rete le quattro città e ci permette una valida promozione turistica"; ed infine Monica Putano (vice sindaco Acquapendente): "Ancora una volta la ceramica unisce la Tuscia, in maniera unica e con progettualità condivisa. Il progetto è un cammino fisico che permette alle realtà di raccontarsi".

Alla presentazione è stato invitato Sandro Pappalardo, consigliere Enit, che ha colto l'occasione per riconoscere il valore del progetto, mettendosi a disposizione: "Il mio compito è lavorare per i territori. Da viterbese non posso che guardare spesso proprio qui. Dai dati dell'osservatorio turistico si nota sempre maggiore interesse a borghi ed aree interne, per questo prestiamo attenzione nel presentarle. Il prossimo appuntamento sarà Londra, dove andremo a parlare del viterbese, con il progetto 'I Comuni della Tuscia si raccontano'. Dopo aver visto il portale che avete realizzato confermo subito il nostro patrocinio, ma dobbiamo portare qualcosa di concreto, specie aiutando i turisti a conoscerlo, magari su Italia.it e presentandolo in conferenza ad Enit. Abbiamo un gap da colmare perché questo territorio è più bello di altri che hanno avuto la lungimiranza nell'offrirsi prima".

Proposte accolte da Cna, come confermato dal presidente Gismondi: "Questo territorio ha tutto e dobbiamo fare uno sforzo per farlo partire. Bello che il sito porti il nome città della ceramica, che riguarda l'intero Paese, oggi nostro ma magari potremo accogliere gli altri, procedendo ad un inserimento che nasce dal confronto con le amministrazioni, cercando di scovare particolarità, pronti ad accogliere artisti ed artigiani".

La conferenza si è svolta nel giorno in cui la politica viterbese ha pianto la scomparsa della consigliera regionale Valentina Paterna, salutata da tutti gli intervenuti; assente giustificato il vice sindaco di Tarquinia, che non ha potuto rappresentare la cittadina per lo stesso motivo.

Il portale è raggingibile al seguente link: https://www.cittadellaceramica.it/

Teresa Pierini e Anselmo Cianchi