Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Basta degrado nel tunnel di Valle Pierina: l'Abav porterà arte e bellezza

I protagonisti: amministratori e Abav insieme

In Citta'
Font

VITERBO - Giornata di gloria per Bagnaia, che diventa protagonista di una sorta di doppia inaugurazione: un taglio del nastro vero e proprio, per i lavori del tetto e della facciata dell'ex scuola media, e una consegna "cantiere" agli allievi dell'Abav, incaricati di dipingere il tunnel d'accesso tra Valle Pierina e piazza XX Settembre, troppo spesso deturpato da vandali.

Pin It

Si avvicinano le elezioni, verrebbe da dire, ma quello che conta è che la frazione sia presa in considerazione. L'annuncio dei lavori spetta al consigliere Troili: "Bagnaia merita di essere considerata, non esiste solo Villa Lante ma anche un bellissimo centro storico, con Palazzo Gallo, la cui facciata è stata sistemata. Aggiungiamo la consegna dell'ex scuola media, e la riqualificazione del passaggio; speriamo presto di aggiungere la perla della Torre, rendendola visitabile. Mi piace vedere la piazza vuota come oggi, perché siamo qui con i vigili urbani, ci vuole la cultura degli abitanti, nessuno dovrebbe parcheggiare qui in mezzo ma usare il parcheggio e lasciare questa piazza ai turisti. Quando torneranno i negozi ad animarla sarà sicuramente vinta una battaglia".

La visita nella stanza d'accesso verso il parcheggio di Valle Pierina
La visita nella stanza d'accesso verso il parcheggio di Valle Pierina

 

Parole confermate dalla vicesindaco Ciambella: "Dobbiamo combattere contro il degrado e gil atti vandalici. Quando saranno terminati i lavori degli studenti dell'accademia provvederemo ad installare telecamere, per salvaguardare l'opera d'arte creata. Serve civiltà e dovremmo tutti essere coinvolti".

Il murales tratterà un argomento molto sentito nel paese: il Sacro fuoco, nelle due sale d'ingresso saranno dipinti personaggi in costume d'epoca medievale in processione verso la piazza, che sarà rappresentata dalla saletta centrale dove apparirà l'immagine di Sant'Antonio Abate, circondato dai suoi amati animali e il sacro fuoco che ogni anno domina il paese, il giorno 16 gennaio, come gesto devozionale verso il santo che si festeggia il giorno seguente.

"Come Accademia teniamo molto alla riqualificazione - ha precisato il direttore Luigi Sepiacci - e abbiamo accolto la proposta venuta da Bagnaia di dipingere una manifestazione molto amata, come il sacro fuoco. I personaggi della processione potranno essere ispirati agli abitanti, quindi invito chiunque voglia apparire nel murales di presentarsi al cantiere, dove sarà fotografato per restare a disposizione degli studenti intenti a dipingere".

Tre gli allievi che lavoranno al progetto: Ludovica Iuè, Marialuisa Antonelli e Luca Costanini, coordianti dal docente Mario Romagnoli, per la direzione artistica, e per la tecnica dall'architetto Ermete Aronne. Sono stati loro a spiegare la dispozione delle varie oepre e la tecnica utlizzata, con colori acrilici e protezione antivandali. Il loro lavoro è concesso a titolo gratuito mentre il materiale e i costi di messa in sicurezza del cantiere spettano al Comune.

In conferenza è stata avanzata la proposta di inserire pannelli esplicativi per dare notizie ad eventuali turisti, fruitori del passaggio, auspicando un ritorno per le feste dedicate al Santo.

Taglio del nastro davanti l'ex scuola
Taglio del nastro davanti l'ex scuola

 

Dopo la visita al "cantiere" e la simbolica consegna del luogo, gli amministratori hanno provveduto al taglio del nastro davanti l'ex scuola media, attualmente agibile in due piani, quello terra e il primo, affidata ad associazioni per incontri e corsi.

Teresa Pierini