Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Viaggiando oltre il cielo: la lectio magistralis di Umberto Guidoni inaugura l'a.a. di Ingegneria

In Citta'
Font

VITERBO - L’astronauta, astrofisico e scrittore Umberto Guidoni inaugurerà l'anno accademico 2017/2018 dei corsi di Ingegneria dell’Università degli Studi della Tuscia, martedì 5 dicembre alle 10 all'auditorium di S.Maria in Gradi. Prevista la Lectio Magistralis sul tema “Viaggiando oltre il cielo: i segreti del Cosmo“.

Pin It

Durante la lezione, il dottor Guidoni, grande protagonista delle imprese spaziali e primo europeo ad aver messo piede sulla Stazione Spaziale Internazionale, racconterà la sua esperienza di astronauta con la freschezza di chi ha davvero toccato le stelle.

Con curiosità e grande competenza scientifica, attraverso il supporto di immagini e video, l’astronauta spiegherà come si vive su una navetta spaziale, come nasce e muore un astro, ripercorrendo l’avvincente storia dell’esplorazione umana del cosmo fino a spingersi a tracciarne la possibile evoluzione futura.

Seguirà una tavola rotonda dal titolo “Ingegneria, Impresa e Aerospazio”, alla quale parteciperanno personalità del mondo della ricerca, dell’università e dell’imprenditoria del settore Aerospazio.

I numeri di Ingegneria dell’Università della Tuscia parlano chiaro: le iscrizioni sono in crescita e per il nuovo anno accademico, appena iniziato, si prevede di superare il record assoluto di matricole già raggiunto lo scorso anno. Il 2017 è stato inoltre un anno storico per i corsi di Laurea di Ingegneria, essendo stati conferiti nello scorso settembre le prime lauree magistrali in Meccanica.

Dai robots e microchip alle vetture da corsa fino alle centrali elettriche, l‘Ingegneria meccanica è una disciplina all’avanguardia della tecnologia moderna. Studiare Ingegneria Meccanica all’Università della Tuscia offre una vasta gamma di specializzazioni tra cui scegliere. Si può decidere di dare un contributo allo sviluppo dell’energia sostenibile o a quella da Fusione Termonucleare a confinamento magnetico, aiutare a migliorare le tecnologie utilizzate in agricoltura o disegnare le macchine e la loro aerodinamica, con ampissime prospettive di lavoro: la gran parte degli studenti di ingegneria meccanica dell’Università della Tuscia riceve offerte di lavoro ancora prima di completare gli studi.