Palazzo dei Priori e la tecnologia: un film horror tutto da vedere

In Citta'
Font

VITERBO - Non deve essere un momento facile per la tecnologia a Palazzo dei Priori: sabato il bis con il computer dell'Unione che ferma l'impianto di riscaldamento, ieri il certificato di sicurezza del sito scaduto: urge esorcista esperto di byte.

Pin It

Ma deve essere bravo davvero, perché se sabato è stato fatto il miracolo, sostituendo l'impianto di riscaldamento con i classici cannoni a gas spara caldo, che almeno hanno il vantaggio di fare il lavoro abbastanza velocemente ed evitano  il congelamento del pubblico, la questione del sito è complessa, e parte da lontano.

Chilometri di distanza, quelli tra chi gestisce il sito e la città dei papi, che si presentarono con l'inserimento del duomo di Orvieto al posto dell'omologo momunento viterbese, che ci fece finire in bellavista, si fa per dire, anche al TG5; proseguirono con aggiornamenti distratti e limitati all'obbligo di legge e arrivano ad oggi... con il certificato di sicurezza scaduto il 10 dicembre 2017 alle 09:58.

Un fatto grave, che crea un vuoto nella trasparenza amminsitrativa, oggi obbligatoria online, e che attualmente impedisce l'accesso al sito www.comune.viterbo.it identificato come non sicuro, manco si fosse ai tempi della peste raccontata da Manzoni. Per visionarlo è indispensabile togliere la "s" che segue "http", cioè di fatto navigare senza certezza di sicurezza. Si naviga certo, ma con quali rischi? Perché questi rischi se li deve assumere il navigatore, cittadino, contribuente?

Attendiamo domani per sapere di untori, azzeccagarbugli e un matrimonio, quello con la città, che era stato celebrato ma che sta scivolando verso un silente e triste divorzio.

Teresa Pierini

Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito alla newsletter per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.