Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Un luogo incantato si mostra con Civita Cinema

In Provincia
Font

VITERBO - Civita Cinema seconda edizione: dopo il primo esperimento dello scorso anno, arriva l'edizione completa, sempre curata dal team dell'Est Film Festival. La presentazione allo Spazio attivo di Valle Faul, annunciata da Giulio Curti che ha ringraziato gli organizzatori, sottolineando. "Contenti di ospitarli qui dove promoviamo l'impresa culturale. Questo Spazio attivo è un punto di riferimento per la città e non solo. Vogliamo che sia sempre di più strumento e luogo di progettazione per lo sviluppo locale. Siamo sempre a fianco di associazioni ed istituzioni che vogliono darsi da fare".

Pin It

Parole che hanno messo a proprio agio gli organizzatori. E' Vaniel Maestosi a raccontare cosa succederà a Bagnoregio dal 19 giugno: "Questa edizione si presenta come seconda, stavolta articolata dopo il numero zero. Il progetto si amplierà nei 365 giorni che verranno, con una serie di iniziative. Lavoreremo con le scuole come a Montefiascone, faremo film location, perché il luogo è cinema allo stato puro, e tanti addetti ai lavori hanno già fatto sopralluoghi rimanendo estasiati. Sarà un cantiere aperto ai giovani e all'università, per cui presenteremo master e corsi. Civita Cinema è quasi una mostra, un luogo dove si partecipa e apre la mente, un festival attivo. Tutti gli aspetti della settima arte saranno rappresentati e coinvolgeremo il territorio. Ringraziamo il sindaco Bigiotti che ha permesso l'ingresso gratuito a Civita durante la rassegna, dopo le 16.30, ed ora il primo premiato del Civita Cinema, che è proprio Francesco Bigiotti".

Il sindaco Bigiotti prosegue raccontando di nuovo il suo progetto di città: "E' di nuovo una giornata di festa per il nostro territorio che fa diventare il cinema protagonista. I nostri numeri ormai li sappiamo, adesso arriva la qualità e il cinema è perfetto per questo. Ora dobbiamo creare il soggetto Tuscia, un unico territorio che presenta l'offerta, con il cinema che fa da collante. Sgarbi ha già compreso il progetto, ieri mi ha chiamato e scherzando mi ha detto di avermi nominato presidente della consulta della cultura della Tuscia".

Per la rassegna è stato fondamentale il supporto del vicendaco, Luca Profili, che ha lavorato a stretto contatto con Vaniel e Glauco: "Con loro ho imparato ad amare il cinema, andando oltre al semplice andare per passare due ore. Abbiamo vissuto insieme la creazione dell'evento, specie l'apertura con il funambolo Loreni. L'anno scorso l'ho visto a Perugia e l'ho contattato, proponendogli di omaggiare la scena de La strada di Fellini, che sarà riproposta nello stesso punto dove fu girata nel 1954. È questo il nostro modo di vedere una città, che non si misura in larghezza e lunghezza ma anche per l'altezza dei suoi sogni".

Main sponsor della manifestazione saranno Italiana assicurazioni di Stefano Flemma e le Terme dei papi, dove, ha confermato Marco Sensi torna a settembre la rassegna Cinema & terme: "Un binomio che nelle serate estive della piscina c'è sempre stato ma con loro abbiamo aumentato il livello di professionalità, creando una sorta di spettacolo nello spettacolo con gli incontri dei protagonisti".

E' spettato a Glauco Almonte scendere nel dettaglio del programma: "Civita Cinema è un contenitore inserito in un territorio da vedere e da godere, che va oltre la semplice visione. Il cinema desta ammirazione ma, esattamente come Civita, è fragile e va difeso. Dobbiamo salvaguardare queste competenze diventando cittadini attivi. Durante la manifestazione ci saranno registi e attori ma anche attrezzisti, scrittori, scenografi e ogni altra maestranza del cinema, per modellare il contenuto sulle specificità del territorio. Bagnoregio e Civita vantano tre importanti set: La strada di Fellini, L'uomo delle stelle, di Tornatore, che girando due minuti a Civita non se n'è andato prima di comprare casa, e Puoi baciare lo sposo, di Genovesi. Ci sarebbe stato anche Lazzaro felice, ma non è stato possibile essendo ora in programmazione nelle sale, ma se ne parlerà quando potremo proiettarlo gratuitamente".

Il programma di Civita Cinema  prevede dal 19 al 24 giugno degli incontri musicali alle 19. seguiti da incontri con i protagonisti, tra le 21,30 e le 22, e successivamente la proiezione del film in oggetto. Dalle 24 il Dopofestival al Magna Civita, tutto ad ingresso gratuito, compreso l'accesso al grazioso borgo. Gli appuntamenti definiti imperdibili sono: 19 giugno, ore 22, piazza Cavour, Bagnoregio, Traversata del Funambolo Andrea Loreni, seguita dalla proiezione del film La strada, tutto nei luoghi dove fu girato; 22 giugno, ore 18, Fulvio Lucisano, piazza San Donato, Civita; 23 giugno ore 21.30, Giuseppe Tornatore, piazzale Biondini, Bagnoregio, a seguito dalla proiezione de L'uomo delle stelle; domenica 24 ore 18, piazza San Donato, Civita, incontro con Nicola Vaporidis e Matteo Branciamore, stesso giorno ma alle 21.30 in piazza Biondini, spettacolo di Edoardo Leo, Ti racconto una storia, con le improvvisazioni musicali di Jonis Bachir. Le altre pellicole in programma, e relativi incontri con attori e registi: mercoledì 20, ore 21.30 piazzale Biondini, Alessandro Aronadio e il suo film Io c'è, giovedì 21, stessa location, Cladio Di Mauro e poi A casa tutti bene, mentre venerdì 22 Alessandro Genovesi racconterà il film, girato interamente a Civita, Puoi baciare lo sposo, poi in visione.

Prima del cinema arriva la sua musica, quella che ha segnato la storia, scelta da Giancarlo Necciari: "Felicissimo di far parte del progetto insieme a Vaniel e Glauco. Con il maestro Farina ho creato un progetto folle, una residence band per le serate musicali a tema, la Movie Dreams Band. Un lavoro di 6 mesi per preprarare gli arrangiamenti da proporre nelle cinque serate". Un giorno dopo l'altro si ascolteranno le composizioni di Nino Rota, il grande jazz americano, la musica "pericolosa" di Nicola Piovani, le note dai set di Quentin Tarantino, Morricone compositore per Tornatore e infine il genio anomalo del pop, Burt Bacharach.

Spazio anche all'arte contemporanea, curata da Isaco Praxolu e Davide Sarchioni, che spiega cosa sarà realizzato: "Arte contemporanea e cinema, da sempre uniti, un binomio che si traduce in video arte ed installazioni. Esistono importanti collaborazioni ed esperienze nella storia del cinema, una contaminazione fortissima. A Civita Cinema, sabato 23 giugno alle 11 a Palazzo Alemanni, portiamo il giordano Mustafa Sabbath, artista e fotografo di moda, nel suo lavoro lega il passato e la mitologia con l'attualità. Al suo opposto, come stile, si presenta Cosimo Terlizzi, che mostrerà un lavoro documentaristico dedicato alla sua terra, realizzato riprendendo amici e famigliari nella quotidianità. Talk e proiezioni sono in programma domenica 24".

Per tutte le informazioni www.civitacinema.it e la relativa pagina FB Civita Cinema.

Teresa Pierini

Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito alla newsletter per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.