Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Tarquinia Horse show: bellezza, spettacolo e tanta emozione

In Provincia
Font

TARQUINIA – Presentata la nuova edizione del ‘’Tarquinia Horse Show’’, sabato mattina nella sala consiliare, alla presenza degli organizzatori (associazione Maremma Old Style), del vice sindaco Pietro Serafini, degli assessori Martina Tosoni (cultura ed eventi) e Ada Iacobini (servizi sociali) e la cnsigliera Betsi Zacchei. Con loro Alfredo Boldorini, di SuperAbile, ospite della prima serata dedicata alla disabilità, “Servo pure Io – Una Serata per la Diversità”, insieme a Fabio Coscia, Matteo Moroni, Tiziano Monti e Lorenzo Costantini.

Pin It

La spettacolare manifestazione sul cabaret equestre, giunta alla dodicesima edizione, riparte quindi dal mondo della disabilità, con la serata del 18 luglio, a cui seguirà il tradizionale programma dal 19 al 21. Una scelta di inclusione che rafforza quanto avvenuto lo scorso anno, prima edizione di "Servo pure io". 

Da giovedì sarà la struttura del ‘’Tarquinia Horse Show’’, realilzzata al Lido, nello spazio verde tra viale dei Navigatori, via delle Sirene, via della Prora e via dei Vascelli, a dare luce ad una tradizine importantissima nella Maremma, quella dei cavalli che fanno spettacolo. 

L'idea di aprirsi al mondo dei "talenti speciali" è nata lo scorso anno, dopo la partecipazione di Marco Baruffaldi a "Tu si que vales, un ragazzo down che ha conquistato giuria e pubblico con la sua canzone rap sul bullismo, "Siamo diversi tra noi", impreziosita, proprio grazie al programma, dal cameo di J-Ax. Marco fu protagoinista proprio della prima edizione di “Servo pure Io – Una Serata per la Diversità” e nonostante quest'anno non sarà presente per impegni presi in precedenza il progetto prosegue grazie a SuperAbile e tante associazioni e cooperative che operano nel sociale, con progetti di reinserimento lavorativo di persone disabili, quali “I Cavalli del Parco”, “Equus” e “Natura e Cavallo”, che svolgono corsi di equitazione, trekking ed escursioni, attività ludico-ricreative, nonché ippoterapia e riabilitazione equestre. Saranno inoltre ospiti della serata molti personaggi “speciali”, atleti diversamente abili coinvolti dalla Federazione Italiana Paraolimpica, presideduta da Luca Pancalli.

Un progetto presentato con orgorglio da Maria Letizia Benedetti: “Attraverso i valori sportivi e i modelli rappresentati da questi atleti si vuole promuovere una cultura inclusiva, che abbatta le barriere e favorisca l’integrazione. L’obiettivo della serata – ha sottolineato Maria Letizia, ringraziando anche l’ex sindaco Pietro Mencarini e l’attuale amministrazione – è quello di divulgare una tematica socialmente importante, quella della disabilità, metterla alla portata di tutti, dando voce e risonanza ai milioni di disabili presenti in Italia e nel mondo, che ancora oggi vivono 'segregati in casa', a causa dell’assenza di sostegno o, ancora peggio, di atti di violenza e bullismo. Abbattere le barriere culturali a volte è persino più difficile che abbattere quelle architettoniche e queste persone sono la prova vivente del fenomeno della resilienza, perché hanno saputo trarre una forza positiva dalla loro condizione, creando una nuova aspettativa di vita”.

Parole confermate dall'asssessore Martina Tosoni, da sempre vicina agli organizzatori: "Per me loro sono una grande famiglia che si impegna al massimo per realizzare questo evento, cresciuto ancora di più dopo l'introduzione di un tema come la disabilità, e siamo lieti che sia arrivato anche SuperAbile. Tarquinia ha bisogno di eventi così importanti, per cui ci saremo sempre, quest'anno e nei prossimi". 

Un supporto confermato anche dall'assessore Ada Iacobini, che ha lanciato anche un'idea: "E' necessario dare continuità a queste manifestazioni e spero che si riesca a calarle nelle realtà dei più piccoli, come le scuole, perché l'educazione è importante tra i giovani. I ragazzi diversamente abili hanno una forza incredibile, che migliora tutti noi". Il vice sindaco Serafini ha confermato che sarà presente per ammirare lo spettacolo e gli sforzi compiuti da tutti per realizzarlo.

Tarquinia Horse Show sarà anche la prima uscita dello staff locale di SuperAbile, appena presentato, come confermato da Alfredo Boldorini: "Superabile è qualcosa che si può superare, per questo ci siamo. Quando ho conosciuto Letizia ho subito notato una persona di grande sensiblità, c'è molta sintonia tra noi e la ringrazio per averci coinvolti. Ho trovato con piacere una grande attenzione dell'amministrazione verso l'associazionismo, sono davvero onorato di partecipare a questa giornata di inclusione". 

Infine i protagonisti, quelli che le difficoltà le vivono ogni giorno, dando il massimo per superarle, come Fabio Coscia che ha aggiunto: "Dopo l'incidente ho avuto molte problematiche per riprendere la mia vita. Ora voglio dimostrare che si deve reagire, io ci metto la faccia e sono contento di aiutare", seguito da Matteo Moroni che ha ringaziato SuperAbile che gli sta facendo conoscere persone fantastiche: "E' giusto sensibililzzare nelle scuole per aiutare a comprendere l'accettazione e renderci la vita un pochino più facile". Infine Tiziano Monti, che ha evidenziato l'importanza del progetto e la sua forza: "I limiti ci sono, è vero, ma sono più nella testa che nel corpo". 

La manifestazione ha avuto il patrocinio del Comune di Tarquina e della Federazione Italiana sport paraolimpici che ha sposato il progetto e sarà rappresentata nella serata inaugurale del 18 dal presidente Lazio, dottor Baroni. 

Teresa Pierini