Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Scienza ed arte: Percezioni by Fondazione Volume! prova a spiegare le reazioni davanti un'opera

In Provincia
Font

ORVIETO - Tutto pronto per “Percezioni by Fondazione Volume!”, il dialogo tra arte e neuroscienze che questo pomeriggio, sabato 1° febbraio 2020 alle ore 17:00, si svolgerà presso il Vetrya Corporate Campus. 

Pin It

In che modo il cervello elabora e percepisce le immagini?  Perché non tutti abbiamo la stessa reazione osservando la stessa opera d’arte? 
Le neuroscienze permettono una comprensione più profonda della mente umana e offrono la possibilità di realizzare dialoghi significativi tra la “scienza del cervello” e altre sfere del sapere, come l’arte.

"Sabato 1 febbraio - spiegano dal Vetrya Corporate Campus - cercheremo le risposte analizzando la relazione tra arte contemporanea e neuroscienze, attraverso l’esperienza di Fondazione Volume!".

In più di venti anni di attività, Volume! ha invitato numerosi artisti italiani e internazionali a trasformare ogni volta gli spazi di un'ex vetreria in Trastevere con i propri progetti e senza limiti di intervento, spingendo all’estremo il rapporto tra l’artista, lo spazio e lo spettatore. 

Volume! ha ospitato negli anni Jannis Kounellis, Christian Boltanski, Marina Abramovic, Carla Accardi, Enzo Cucchi, Jimmie Durham, Sol Lewitt, Gilberto Zorio, Gianfranco Baruchello, Thomas Lange e molti altri.

Dal 2019 Volume! con il progetto “Percezioni” ha dato vita a fase ancor più sperimentale diventando un vero e proprio laboratorio in cui convergono i linguaggi dell’arte e delle neuroscienze.

Del connubio tra questi linguaggi, ce ne parlerà l'ideatore e Presidente di Fondazione Volume! Francesco Nucci, neurochirurgo, che divide la professione con l'attività artistica della sua Fondazione, seguendo un proprio percorso umano e scientifico. 

“Sembrano mondi lontanissimi, ma in realtà nulla c'è di lontano nei prodotti della nostra mente” questo il titolo dell'incontro in cui  interverranno: Silvano Manganaro, Segretario Generale e curatore della Fondazione Volume!, Thomas Lange, artista, Valentina Palazzari, artista.  Modera Davide Sarchioni. 

L'evento sarà introdotto dal saluto di benvenuto di Luca Tomassini e Katia Sagrafena, Presidente e Direttore Generale del gruppo Vetrya e della Fondazione Luca e Katia Tomassini.

 

Ingresso libero, vi aspettiamo!

 

Per info: 0763/4801