Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Apre al pubblico l'azienda tarquiniese Piani degli Alpaca: ed è subito #alpacalovers

In Provincia
Font

TARQUINIA - L'Italia si scopre pazza per gli alpaca, deliziosi animaletti carichi di morbida lana beige, bianca o dalle tonalità scure tra marrone e nero, con un musetto impertinente e una grandissima affinità con l'essere umano. Se poi sono selezionati e graziosi come queli della Piana degli apalca della famigia Belli, resistere è praticamente impossibile.

Pin It

Hanno aperto da un solo fine settimana e il calendario delle prenotazioni è andato quasi subito sold out per mesi, con appassionati provenienti da tutta Italia e molti anche dall'estero. Merito della lungimiranza di Michele Belli che ha saputo interpretare una moderna concezione del fare agricoltura, donando alla tenuta acquistata dal padre negli anni '80 un aspetto ordinato e piacevole, con piantagioni di mandorli e ulivi, e ora la straordinaria avventura degli "Alpacalovers".

Girando per l'Europa e il mondo ha compreso il modo migliore per rendere irresistibile la famiglia andina già presente in azienda, nel 2015: ben 15 esemplari di alpaca che sono diventati il nucleo originario del progetto che da poco ha aperto al pubblico, con più di 100 esemplari, che diventeranno 200 nel corso dell'anno, grazie all'acquisto di altri 50 dalla Nuova Zelanda e la nascita di altrettanti, terminato il lungo anno di gestazione.

La grande azienda è divisa per settori, come prevede la razza stessa, che vie in modo indispensabile in branco ma con maschi divisi dalle femmine, queste ultime ulteriormente separate tra madri esperte con i loro piccoli e da un'altra parte le giovani.

Ogni animale ha un nome e una storia, legata ad un caratterino che si nota già dai primi passi sull'erba verde. Divi incontrastati di questo momento sono Tiago e Teo, quest'ultimo immortalato in primo piano in questo scatto che lascia l'illusione di un sorriso, che poi siano i segni dello splendido musetto non conta, è così bello credere alla favole.

La grande famiglia dei Piani dell'alpaca apre al pubblico da giovedì alla domenica offrendo due attività uniche in Italia: la tradizionale visita tra i recinti, per ammirarli mentre brucano l'erba, corrono, giocano tra loro e la particolare passeggiata al guinzaglio, lungo un percorso di 2 chilometri che si immerge tra i vari appezzamenti aziendali, fino a raggiungere il fiume interno alla tenuta. Presto saranno aggiunte altre occasioni di condivisione, come la possibilità di diventare allevatore per un giorno, il ristorante e l'area pic-nic.

Tutte le attività sono realizzate nel rispetto della normativa anti-covid, svolgendosi all'aperto e con ingressi contingentati attraverso le prenotazioni.

Piani degli Alpaca si trova a Tarquinia, a pochi metri dall'Aurelia, poco dopo l'uscita per Riva dei Tarquini andando verso Nord, raggiungibile anche dalla lunga strada bianca che collega la consolare con la via che porta da Montalto di Castro a Tuscania.

Per info www.pianideglialpaca.it da cui è anche possibile prenotare visite guidate e passeggiate con gli animali. Attivissima la pagina Ig pianideglialpaca, dove ogni giorno vengono postate nuove foto e soprattutto rilanciate i tantissimi scatti e i video degli #alpacalovers.

Teresa Pierini