Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

“I mostruosi errori del dottor Frankenstein”: “PAGINEaCOLORI” presenta il laboratorio con lo sceneggiatore Giulio Fabroni

In Provincia
Font

TARQUINIA - Un laboratorio un po’ horror per non avere più paura di sbagliare. All’oratorio di Santa Croce (in via Giuseppe Garibaldi), a Tarquinia, per il festival “PAGINEaCOLORI”, il 21 novembre, alle ore 16,30, Giulio Fabroni accompagnerà i bambini tra i 7 e gli 11 anni alla scoperta della storia spaventosa, ma non troppo, del dottor Frankenstein - che, come tutti gli scienziati, sa che le migliori invenzioni nascono dagli errori o dagli orrori -, per costruire, come lui, un piccolo burattino collage.

Pin It

Giovanissimo, Fabroni è sceneggiatore, regista e produttore con l'associazione culturale DIVANOS. Autore di due libri per l’infanzia pubblicati per Sinnos Editrice, ha realizzato il lungometraggio "Hominarius", prodotto da Epica Film, finalista nell'edizione 2018 di Biennale College Cinema. Il laboratorio “I mostruosi errori del dottor Frankenstein” sostituisce quello inizialmente previsto con l’illustratore Marco Somà dal titolo “Taccuino di viaggio, l’erranza di Dante”.

Per partecipare è indispensabile prenotarsi scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (vanno specificati il nome, il cognome e l’età e la data del laboratorio) e versando un contributo di 2 euro a bambino.

Il festival “PAGINEaCOLORI” è organizzato con il sostegno della Regione Lazio, del Comune di Tarquinia (Assessorato alla Cultura e biblioteca comunale Vincenzo Cardarelli), della Fondazione Cariciv e dell’UniCoop Tirreno – Sezione Soci Etruria, in collaborazione con l’associazione Dandelion, l’IISS Vincenzo Cardarelli di Tarquinia, il Centro di Aggregazione Giovanile di Tarquinia, la Società Tarquiniense d’Arte e Storia e l’associazione Tra i Rami per l’Arte.