Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Stavamo meglio quando stavamo peggio? Masciarelli e Coniglio giocano tra passato e presente

Teatro e Cinema
Font

TUSCANIA - Prosegue la grande stagione stagione teatrale organizzata da AR Spettacoli, curata dal direttore artistico Alessandro Rossi, nella meravigliosa cornice del teatro Rivellino Veriano Luchetti. In scena, sabato 15 dicembre alle ore 21, il grande Stefano Masciarelli insieme a Fabrizio Coniglio che, in un dialogo generazionale tra uno zio e suo nipote, rievocheranno con grande nostalgia un passato relativamente recente.

Pin It

"Stavamo meglio quando stavamo peggio?", questo il titolo della divertente piéce teatrale, un modo di dire comune, che porta in sé tutto un bagaglio di riflessioni su come sia cambiata la vita delle persone anche nei piccoli gesti quotidiani. Fagocitati dalla tecnologia, spesso risultiamo purtroppo completamente disconnessi dalla realtà, dimenticando quanto invece l'uomo sia un essere sociale per natura.

"Penso a come in realtà la vita oggi sia cambiata - ha dichiarato Stefano Masciarelli - spesso siamo talmente immersi nella realtà virtuale, da non renderci conto di ciò che accade intorno a noi. La commedia affronta temi molti attuali e importanti, ma in maniera leggera e divertente".

Il confronto tra ieri ed oggi, rappresentato dai protagonisti, sarà al centro di una dialettica costruita sul ricordo e sull'analisi dei valori umani, portata in scena in chiave divertente e intervallata dalla terza co-protagonista : la musica. Canzoni del miglior repertorio anni '60 e '70 infatti, arrangiate e suonate dal vivo dal grande fisarmonicista elettronico Diego Trivellini, faranno infatti da colonna sonora a questo divertente tuffo nel nostro passato.

Info e prenotazioni: 393/9041725 oppure 335/474640 oppure al numero verde 800912908