Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Il laboratorio teatrale del Buratti diventa cinema e va in onda sui social

Teatro e Cinema
Font

VITERBO - Come ormai da ben 23 anni, un evento teatrale segnerà la fine anche di questo anno scolastico per il Liceo Buratti. Un anno scolastico piuttosto inusuale, segnato da eventi drammatici e inquietanti, ma comunque un anno scolastico da celebrare, per come il Liceo viterbese è riuscito a tenere le fila dei processi di relazione educativa, pur in condizioni così estreme e difficili.

Pin It

E l’evento al quale invita il pubblico ne è la prova: “Una giornata in quarantena" è il titolo del video-spettacolo del Laboratorio teatrale del Liceo Buratti che il 25 giugno alle 21 verrà trasmesso sulla pagina Facebook di TradirEfare Teatro.

"Abbiamo dovuto fare scuola a casa, il Laboratorio si è adeguato, abbiamo fatto teatro a casa. Sembrava strano solo pensarlo, senza toccarsi, senza correre, senza sporcarsi, ma che teatro è? Ci abbiamo provato - spiegano dal liceo -, abbiamo iniziato con le lezioni sulla piattaforma della scuola, i ragazzi si sono messi in gioco da subito, facendosi guidare dai docenti e, tra mille intoppi - non mi funziona il video, non sento bene, mi è caduta la linea - alla fine ce l’abbiamo fatta, dimostrando che quando c’è l’entusiasmo, tutto si fa.

Il testo con cui abbiamo lavorato è 'Esercizi di stile' di Raymond Queneau, un testo aperto, adattabile, in cui abbiamo messo tutti noi stessi, le follie, le paure, le idiosincrasie di un periodo in cui l’anormalità è diventata normalità. Il lavoro svolto ha portato alla produzione di un video in cui c’è una carrellata di personaggi riconoscibili, che si muovono su uno sfondo domestico e parlano di tutto e niente, accumulando punti di vista diversi nel racconto di una stessa storia".

L’attività è stata coordinata dalle docenti Patrizia Moretti e Stefania Fidanza.

"Le riprese casalinghe, che non aspirano certamente alla perfezione tecnica, sono state sapientemente montate dall’attore Federico Moschetti, che già da un po’ collabora con il nostro liceo per le attività teatrali e che, oltre a fornire il suo supporto tecnico, ha dato il maggior contributo creativo” racconta la professoressa Patrizia Moretti, docente e coordinatrice del Laboratorio di Teatro.

“Quando ho saputo che avremmo ripreso il corso di teatro da casa utilizzando gli strumenti della didattica a distanza, ho provato un sincero senso di leggerezza e di gioia, dato che la freddezza e il grigiore delle giornate e delle lezioni online cominciavano a farsi pesanti. Lavorare su un saggio finale in circostanze così particolari è stato sia divertente sia spunto di riflessioni. Quest'esperienza ha contribuito a rendere il periodo di quarantena meno tedioso, anche se chiaramente mi è mancato il contatto tangibile e reale con i miei compagni del corso” aggiunge Fausto Randazzo, alunno ed attore nel laboratorio.

“#lascuolanonsiferma, recita un popolare hashtag di questo periodo. Nel nostro caso è vero ed evidente. Ben oltre l’ordinario e ritenuto indispensabile”, conclude Clara Vittori, dirigente scolastica del Buratti.

Per seguire lo spettacolo: https://facebook.com/events/s/una-giornata-in-quarantena/1323370811188381/?ti=waa