Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Giornata della Ristorazione: un sabato a tutto gusto che si associa ad Assaggi

Sagre e Feste
Font

 VITERBO - L'enogastronomia del territorio ha un appuntamento cardine per questo 2024: sabato 18 maggio saranno tre gli eventi che si sovrapporranno con un unico obiettivo: la promozione territoriale attraverso le bontà.

Pin It

Sarà inaugurata Assaggi (leggi Assaggi: il salone dell'enogastronomia laziale tra eccellenze e qualche star dei fornelli) che va a condividere i proprio produttori con la Giornata della ristorazione di Confcommercio, nata lo scorso anno dopo la firma della carta dei valori. Insieme anche lo Slow food day, che sarà celebrato alla Pensilina del Sacrario.

Questi ultimi due eventi sono stati presentati stamani nella sala delle colonne di Palazzo dei Priori, il secondo ospite della conferenza stampa di ConfCommercio.

A fare gli onori di casa il sindaco Chiara Frontini, che ha ricordato come la Giornata della Ristorazione ed Assaggi insieme siano una sorta di primavera cittadina, ottima promozione del settore food e beverage, ormai strategica per il turismo.

Loredana Badini ha ricordato da cosa nasce l'iniziativa: "Un anno fa abbiamo sottoscritto la carta dei valori e uno degli obiettivi è stato raggiunto oggi con questa Giornata della ristorazione, che viene presentata in tutta Italia, con relativa promozione nazionale e, sempre oggi, la conferenza a Montecitorio. Viterbo non si sottrae e partecipa con il valore dell'ospitalità e della filiera d'eccellenza. La giornata coincide con Assaggi ed era naturale la sinergia con la Camera di commercio, che ha permesso di creare un evento che coinvolgerà la città attraverso i pubblici esercizi Fipe".

Realtà rappresentata dal presidente Fipe Viterbo Marco Bevilacqua: "Economia ed ospitalità, condivisione e convivio, queste le parole chiave per 10 mila attività totali aderenti. Importante la sinergia con Assaggi, i cui visitatori avranno un biglietto con stampato un Qrcode che illustra le attività aderenti, 28 viterbesi, con relativi produttori coinvolti. Per quanto riguarda la Giornata che andiamo a celebrare è bello che noi ristoratori abbiamo la nostra festa, che a noi piace festeggiare con i nostri clienti".

Marco Tortolini ha così ricordato che il 18 maggio coincide con lo Slow food day, con la condotta viterbese che organizza, alle 11 presso la Pensilina, un incontro tra i produttori locali e chef, che poi cucineranno, per giungere alle 12.30 all'aperitivo finale,

Chiusura d'obbligo con il segretario della Cciaa Ri e Vt Francesco Monzillo: "E' importante l'aspetto dell'ospitalità che diventa fondamentale per la scelta delle mete turistiche. Questa città  deve cambiare ancora molto, ponendo l'accento sull'ospitalità che diventi esperienza da portare con sé, di livello ed eccellenza. Con Assaggi cerchiamo di pubblicizzare produttori ed esercenti, puntando a far crescere il territorio".

Teresa Pierini e Anselmo Cianchi