Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Estate viterbese, Comune e associazioni al lavoro per inventare un cartellone di eventi

Viterbo
Font

VITERBO - Lavori in corso da parte del Comune di Viterbo e delle associazioni culturali del territorio comunale, convenzionate e non, per offrire ai vitebese un cartellone di eventi estivi. A darne notizia è l'assessore alla cultura e al turismo Marco De Carolis a seguito di alcuni incontri avuti con rappresentanti istituzionali e delle stesse realtà associative.

Pin It

"Nei giorni scorsi ho avuto modo di confrontarmi con Vincenzo Santoro, capo dipartimento cultura e turismo ANCI per cercare di capire come e quanto sarà possibile muoverci in ambito eventi, compatibilmente con quelle che saranno le misure restrittive dei prossimi mesi. Una previsione al momento difficile da ipotizzare. Stesso discorso sul fronte delle eventuali disponibilità economiche per i comuni, in ambito culturale e turistico", sottolinea l'assessore.

Più recente invece è l'incontro tra l'assessore De Carolis e le associazioni. "Un incontro particolarmente partecipato e condiviso. Virtualmente parlando - precisa De Carolis, riferendosi alla riunione online avvenuta con i referenti delle realtà associative cittadine -. Molte le idee e le proposte lanciate da parte di tutte le associazioni. Tutti abbiamo voglia di lanciare una nuova formula per la prossima estate viterbese. È tutta da inventare. Lo sappiamo benissimo. I tempi sono stretti. Le certezze sono poche. Nei prossimi giorni mi confronterò con ogni singola associazione per valutare la fattibilità e la compatibilità delle varie iniziative. Al di là dei singoli programmi, considerata la grande partecipazione e la voglia di mettere in campo tante iniziative, mi sembra ci siano i presupposti migliori per poter offrire alla nostra città un'estate viterbese sicuramente diversa, magari meno ricca di eventi, ma indubbiamente più attesa, più sentita, e chissà, magari anche più apprezzata di tante altre".