Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Prorogata l'apertura della ZTL fino al 17 maggio. Da lunedì torna a pagamento il park del Sacrario

Viterbo
Font

VITERBO - Prorogata fino al prossimo 17 maggio la sospensione della vigenza della ztl CS – centro storico e dell'area pedonale di corso Italia e zone limitrofe.

Pin It

L'accesso, si ricorda, è rivolto esclusivamente ai soggetti comunque autorizzati alla circolazione, senza presupporre alcuna incentivazione agli spostamenti non necessari. "La sospensione della ztl CS e dell'area pedonale - ha spiegato il sindaco Giovanni Maria Arena - è stata decisa lo scorso marzo, non appena entrate in vigore le misure restrittive governative, al fine agevolare la rapidità degli approvvigionamenti negli esercizi di vicinato esistenti nel centro storico e di velocizzare lo spostamento delle persone. Confidiamo di tornare lentamente alla normalità. Il 18 maggio riapriranno anche i negozi. Sarà pertanto necessario tornare a limitare l'accesso alle auto attraverso la riattivazione della ztl e dell'area pedonale".

Da lunedì 11 maggio sarà invece ripristinato il completo funzionamento del parcheggio di piazzale Martiri d'Ungheria con la relativa riattivazione del pagamento delle tariffe. "Il parcheggio di piazzale Martiri d'Ungheria si trova in una zona centrale - ha spiegato l'assessore alla mobilità urbana e alle società partecipate Enrico Maria Contardo -. Si è ritenuto opportuno facilitare la fruizione di servizi indispensabili erogati in centro e agevolare gli spostamenti brevi, attraverso l'utilizzazione del parcheggio, rendendolo gratuito, quale servizio pubblico di prossimità in una situazione emergenziale come quella che ha contraddistinto gli ultimi due mesi. Il DPCM del 26/4/2020 ha consentito la progressiva riapertura delle attività commerciali e produttive. Gradualmente andiamo a ripristinare i servizi così come erano prima dell'emergenza".