Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Sgarbi dà l'utimatum a Casini: "Hai 6 giorni di tempo" e su Morgan "Prenda la sua roba e venga a Sutri"

Provincia
Font

BAGNOREGIO - C'è tutto lo stato maggiore della giunta sutrina al Civita Cinema per ascoltare il sindaco Sgarbi nella sua lezione su Leonardo, il suo ultimo spettacolo dedicato al 500° anniversario dalla scomparsa (leggi l'articolo: ). L'occasione è ghiotta per il critico, e non se la lascia sfuggire, che occupa tutta la premessa sull'attualità.

Pin It

Il suo punchball è Felice Casini, seduto in prima fila, da più di un anno la sua vittima preferita quando c'è da alzare un po' di polvere, forse perché il ruolo di "suo" vice lo costringe ad un dualismo che fatica a digerire e talvotla cavalca per fare spettacolo.

Al centro dell'ultima polemica è l'incontro "Accessiblità Fruibile", con la effe maiuscola, proprio. "Ma come si fa a mettere in maiuscolo ad un aggettivo, e poi per dire cosa? Non è italiano, una brutta ripetizione che non vuole dire nulla, ovvio che devo licenziare il vice sindaco - sottolinea scherzando, ma non troppo, lanciando la sfida: - Sono mesi che chiedo il cambio del nome da polizia locale a polizia municipale, un errore che nasce dal nord, dove un ruspante Bossi ha deciso che era più padano locale di municipale. Andava bene a lui e pazienza, ma perché qui? Dice che lo ha deciso Zingaretti, ma chi... la controfigura dell'attore?".

Un gioco di parole che ormai è prassi, come per l'uso di "location" per indicare qualsiasi cosa, fosse anche Castel Sant'Angelo, precisa Sgarbi tirando giù qualche parolaccia.

Fatale per Casini l'incontro con il neo sindaco Profili, che coinviolto nella discussione sbugiarda (scherzando) il vice di Sutri dichiarando candidamente che a Bagnoregio è ancora presente la Polizia municipale e non locale. "Ecco la prova - conclude Sgarbi -  ora Casini, che da mesi continua a dire che in Regione non lo permettono, ha 6 giorni di tempo per cambiare la locale in municipale, se non vuole essere licenziato, tanto so già chi lo sostituisce, prendo Profili, e 'locale' se lo mette Casini... nel locale. Tanto poteva quasi essere una riunione ufficiale, c'erano tutti gli assessori, e quindi vale come giunta, anzi no, mancava una, quella che loro hanno voluto e ora vogliono cacciare, e che in questo momento è a Sutri a dare un premio per conto del sindaco senza il sindaco, che sta qui. Poi dice che si diventa matti!". Un gioco che si conferma tale alla fine, quando una vigilessa di Bagnoregio si avvicina a Sgarbi e si presenta ... come Polizia locale. Forse Casini potrà dormire ben più di 6 notti tranquillo. 

Infine su Morgan, che il primo cittadino di Sutri attende a braccia aperte, confermando l'intenzione di concedere il secondo piano di Palazzo Savorelli. "Deve prendere la sua roba e portarla qui - aggiunge Sgarbi rispondendo ad una nostra domanda -, non può sperare che dal Ministero esca il vincolo al suo studio per motivi artistici, un potere dello Stato non si metterà contro un altro potere che ha fatto un'azione così decisa. Si rassegni, prenda tutto e venga da noi".

Teresa Pierini