Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Tarquinia: passerelle e sedie job per eliminare le barriere in spiaggia

Provincia
Font

TARQUINIA: Montate nuove passerelle destinate alle persone diversamente abili e distribuite 4 sedie job.
La vacanze in spiaggia sono accessibili a tutti. Grazie ai fondi regionali per il contributo Covid, destinati alla riorganizzazione delle spiagge libere, nei giorni scorsi sono state montate ulteriori passerelle per i diversamente abili nelle spiagge libere date in convenzione ad alcuni stabilimenti e presso la prima caletta di San Giorgio.

Pin It

In più sarà consentito da quest’anno, in alcuni tratti di spiaggia anche utilizzare delle sedie job.

Il servizio, promosso dal Comune di Tarquinia, consentirà alle persone diversamente abili l’accesso facilitato in spiaggia e sicuro in acqua.

Le sedie job sono state lasciate in custodia agli stabilimenti che hanno la convenzione per la gestione delle spiagge libere : Il Porticciolo, il Gravisca, il Tirreno ( tratto del lungomare Tarquinia Lido) ed il Freedom (Sant’Agostino), saranno comunque a disposizione di tutti i bagnanti e anche degli stabilimenti adiacenti.

La sedia job ha la forma di una normale sedia a sdraio e può essere trasportata con grande facilità sulla sabbia. E’ infatti munita di ruote con sezione larga e gonfiabili che consentono l’ingresso, il galleggiamento e la permanenza in acqua restando comodamente seduti, facilitando così l’accompagnatore che potrà senza sforzi aiutare il disabile negli spostamenti.

"Vogliamo ringraziare anche i molti stabilimenti che privatamente piano piano, stanno rendendo le loro strutture sempre più accessibili - sottolinea il sindaco Giulivi - dando la possibilità a tutti di vivere a Tarquinia le proprie vacanze.
Grazie inoltre ai volontari di Aeopc Tarquinia per la disponibilità dimostrata".