Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Sempre in crescita la famiglia SuperAbile

In Provincia
Font

BASSANO ROMANO – Doppio importante ingresso nel progetto SuperAbile, ideato da Alfredo Boldorini, consigliere comunale di Bassano Romano con l’apporto di Alessandra Mosci e Fortunata Scarponi. Entrano Marta Gatti e Fabrizio Caselli.

Pin It

Marta Gatti, per 6 anni impegnata anche nelle case famiglia con minori, si è detta entusiasta di fare ingresso in SuperAbile.

“E’ un progetto bellissimo – ha detto Marta – a cui tengo molto. Lo seguo da più di un anno, da quando cioè mia figlia interessata dall’incontro nelle scuole di Oriolo Romano venne a casa e mi raccontò l’emozione di quell’evento che per lei fu molto importante. Mi sono innamorata di questo format e la possibilità di poter contribuire alla sua crescita mi inorgoglisce. Grazie ad Alfredo e Lorenzo per la proposta: cercherò da dare il massimo per farlo sviluppare”.

“Siamo molto felici – ha puntualizzato Alfredo Boldorini – di dare il benvenuto a Marta Gatti nel nostro gruppo. Il nostro intento è quello di far crescere il nostro progetto anche sotto il profilo delle competenze e delle specializzazioni e lei ha tutte le carte in regola in questo senso. Marta, oltre ad essere una validissima educatrice professionale è una ragazza positiva, solare, altruista che – da subito – ha mostrato attaccamento al nostro progetto: farà sicuramente bene con noi e contribuirà ad elevarne la sua qualità progettuale”.

Fabrizio Caselli, 51enne atleta della nazionale di Para Rowing, il canotaggio paralmpico, da sempre grande amante dello sport, come sub, nel 2000, in seguito ad un’immersione nelle acque dell’isola di Giannutri, subisce un incidente che gli fa perdere l’uso di entrambe le gambe. Gli viene diagnosticata una paraplegia da embolia subacquea.

E proprio nello spirito di SuperAbile Viterbo, l’atleta fiorentino trova il modo di rialzarsi e rinascere grazie allo sport. Inizia a praticare l’HandBike. Nel 2006 partecipa alla Maratona di Firenze mentre nel 2014 vince la Maglia Rosa al Giro d’Italia a Bardonecchia. Nel 2011 si cimenta anche con il Para Rowing e nel giro di 4 anni conquista ben 5 Titoli italiani nel singolo e 4 Titoli indoor con la sua Società la Canottieri Firenze. Da qui in avanti la convocazione in Nazionale e un ulteriore scia di medaglie sia ai Mondiali sia la partecipazione alle paralimpiadi di Rio 2016, anno in cui festeggia anche una medaglia d’oro a Gavirate.

Pochi giorni fa Fabrizio Caselli è stato nominato, dal Presidente del CIP Luca Pancalli, Ambasciatore dello Sport Paralimpico.

“E’ davvero un onore per noi – ha detto Alfredo Boldorini – poter contare su un campione del calibro di Fabrizio Caselli. Le sue gesta che incarnano alla perfezione i valori del nostro progetto saranno certamente di aiuto agli studenti interessati dal format. Sport, rinascita e resilienza: Fabrizio rappresenta davvero un modello di vita da imitare”.