Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

"L'albero di Natale": sentimenti, risate e un pizzico di magia di festa al Teatro Golden

Visto per voi
Font

ROMA - Due settimane di applausi per un ritorno decisamente apprezzato dal pubblico: al Teatro Golden è andato in scena "L'Albero di Natale" di Andrea Maia con Simone Montedoro, Roberta Mastromichele, Emanuela Fresi ed Andrea Lolli.

Pin It

Una serie di repliche sempre sold out, applaudite e apprezzate, merito delle performance dei quattro attori sul palco ma anche di un testo, scritto da Augusto Fornari, Toni Fornari, Andrea Maia e Vincenzo Sinopoli, capace di alternare momenti di riflessione, se non addirittura di malinconia, con battute pungenti che strappano risate ed applausi.

L'azione si svolge intorno alla vita di Marco, uno scrittore restato a secco di idee e parole alla perdita della moglie, a cui stava dedicando proprio l'ultimo romanzo. Al suo fianco la fedele donna di servizio e l'amico, che si punzecchiano  ad ogni incontro. Come un uragano arriva Vanessa che, come nelle migliori commedie, stravolge, quasi involontariamente, la vita del protagonista, cambiandola per sempre, e non solo la sua.

Lo spettacolo è fresco, dinamico e si segue con piacere: è come vedere sul palco la riflessione delle vite di ognuno di noi, perché nonostante le perdite possano essere diverse, ciascuno rivive il blocco del protagonista, che nel suo caso diventa dello scrittore, ma si può manifestare in tanti altri modi nel mondo e nella professionalità di ciascun spettatore. Lo stesso vale per le sorprese, che sempre la vita riserva, quelle totalmente nuove, come l'arrivo di Vanessa, o quelle che sono state sempre al proprio fianco, ma che vengono notate solo quando è una luce diversa ad illuminarle.

Complimenti a tutti gli attori, da Simone Montedoro che tiene vivo l'ntero copione e lo accompagna come un filo conduttore nelle altre piccole storie che si intrecciano, la freschezza di Roberta Mastromichele giovane e molto brava. Emanuela Fresi ed Andrea Lolli che, insieme, formano una coppia di spleniditi comici d'altri tempi, attualizzandola. A loro tocca "l'ingrato compito" di supportare l'atmosfera con la battuta giusta al momento giusto e spesso, guardandoli, arriva la sensazione di rivedere Paolo Panelli e Bice Valori, con le loro straordinarie interpretazioni che restano eterne nell'olimpo dello spettacolo italiano.

Ottima anche la scelta di dedicare la particolare scenografia video del terrazzo alle varie ore del giorno che si aprono sulla bellissima vista di Roma.

"L'albero di Natale" richiude la sua scatola di decorazioni, pronto per essere riaperta presto, magari proprio nelle prossime festività, ma anche in un'eventuale riscrittura per il cinema, per una storia che, sviluppata a dovere in tante altre scene, potrebbe essere perfetta anche per il grande schermo.

Teresa Pierini e Anselmo Cianchi