Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Forza Italia: il gruppo si stringe a Tajani che porta in dote "L’Italia e l’Europa che vogliamo"

Viterbo
Font

VITERBO - Subito al lavoro il nuovo coordinamento provinciale di Forza Italia di Viterbo. Ieri sera, infatti, presso l’hotel Salus a si è riunito il Comitato Provinciale guidato dal coordinatore Alessandro Romoli e dal vice Francesco Ciarlanti. Oltre al senatore Francesco Battistoni erano presenti molti amministratori e rappresentanti territoriali del partito.

Pin It

La prima importante novità è stata annunciata da Romoli e Battistoni con la decisione del presidente Antonio Tajani di trasferire il meeting annuale “L’Italia e l’Europa che vogliamo”, che da anni si teneva a Fiuggi, proprio nel capoluogo della Tuscia.

“Una grande opportunità - ha sottolineato Romoli - non solo per il nostro partito ma per tutto il territorio che vedrà la presenza il 20, 21, e il 22 settembre, sempre all’Hotel Salus, di numerosi ospiti italiani e internazionali”.

Nei loro interventi tutti i partecipanti hanno confermato le linee programmatiche approvate durante il congresso e la necessità di un maggiore radicamento sul territorio e sostegno alle iniziative di Forza Italia.

“L’elezione di Alessandro e la nomina di Mauro Proietti a coordinatore comunale di Viterbo - ha spiegato Battistoni - rappresentano un segnale positivo per il percorso che abbiamo intrapreso già da qualche anno. La presenza di molti amministratori locali all’interno del Coordinamento è un segnale di interesse verso tutti i comuni della Tuscia. E la buona partecipazione a questi incontri è il miglior segnale di vitalità che il partito può dare a se stesso e anche all’esterno”.

Appuntamento invece tra una settimana per la prima riunione del nuovo coordinamento Provinciale.